Goliath!

Eppur si muove, frase probabilmente apocrifa attribuita a Galileo Galilei, descrive lo status del mio progetto romanzo. Siamo alla seconda versione, ho spazzato via la prima dopo che si era arenata per i soliti motivi che strozzano i progetti dei dilettanti. Zero pianificazione, poca cura dei dettagli, lavoro insufficiente sui personaggi… nominate un errore da principiante, io li ho fatti tutti.

Il primo working title era ‘1862 – Roma o morte’. Quello attuale, spero definitivo, è ‘Goliath’. Qui sotto il primo draw dell’insegna, da considerare come un’idea messa in veste digitale suscettibile di molto lavoro per arrivare alla forma voluta.

Che cosa è Goliath? Un mezzo decisamente steampunk. Grosso. Molto grosso. Un vero e proprio incubo mobile in grado di fare male. Se sentite la terra vibrare c’è un motivo, se qualcosa ha bloccato la luce del Sole o se vedete in lontananza un pennacchio di fumo nero è per lo stesso motivo. Sta arrivando.

8 thoughts on “Goliath!

    • Mech? Quale Mech? Io non ho visto mecha da nessuna parte. Quanto alla piega dei rapporti, l’unica che avrei davvero apprezzato era quella che si prende sotto la suola di uno stivale.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s