Ancora una spinta

Lo so, siete stanchi. C’è il Sole, la temperatura è invitante e avete la giusta voglia di andare al mare o comunque zero voglia di stare a casa. Diciamolo anche chiaro, vi siete profondamente scocciati per tutto questo caos sui quesiti referendari, per le polemiche e i titoli dei giornali.

Vi interessa zero di cosa farà il politico X, l’attrice Y, il cantante Z quando si parla di votare. Meno di zero di quello che vi dice Greenpeace, Santoro, Celentano e tutta la compagnia di giro che vi stressa dagli schermi televisivi. Avete ragione. Io stesso non ho il benché minimo diritto di dirvi ‘vai a votare’.

Eppure lo faccio. Perché arrivare a 25 milioni e trecentomila elettori è una cosa abnorme e di gente che se ne frega ce n’è fin troppa. Liberissimi quindi di insultarmi, di pensare il peggio che vi viene in mente nei miei confronti. Va bene, davvero.

Domattina andate a votare. Magari prima delle 12. Fategli paura, rendetegli difficile dire da martedì che agli italiani non interessa la cosa pubblica. Manca solo una spinta.

(La normale programmazione di questo blog riprenderà martedì 14 giugno)

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s