Ian Douglas – Semper Mars

Ian Douglas (pseudonimo di William H. Keith)

Semper Mars (1998)

Harper Collins / EOS

Quarta di copertina (da Amazon):

The Year is 2040.The Marines have landed on Mars to guard the unearthed secrets of an ancient and dangerous alien race: Ourselves.Scientists have discovered something astonishing in the subterranean ruins of a sprawling Martian city: startling evidence of an alternative history that threatens to split humanity into opposing factions and plunge the Earth into chaos and war. The USMC — a branch of a military considered, until just recently, to be obsolete — has dispatched the Marine Mars Expeditionary Force, a thirty-man weapons platoon, to the Red Planet to protect American civilians and interest with lethal force if necessary. Because great powers are willing to devastate a world in order to keep an ancient secret buried. Because something that was hidden in the Martian dust for half a million years has just been unearthed . . . something that calls into question every belief that forms the delicate foundation of civilization . . Something inexplicably human.

Recensione flash:

Se vi piace la space opera, se siete bullonari fin dentro il DNA, se non vi disturbano i libri scritti in un’ottica pro americana questo è il libro per voi. Il corpo dei Marines nel ventunesimo secolo, pronto a salvare la bandiera, la mamma e la torta di mele e già che ci siamo, la scoperta di tecnologia su Marte di 500.000 anni fa come propulsore per la salvezza del mondo. Vi basta?

Voto: 06,50 / 10,00.

Recensione:

2039, il mondo è cambiato in tutti i sensi. Le nazioni unite si sono evolute in un cartello sovranazionale, l’ecologia sta declinando rapidamente e l’economia mondiale si regge a stento. Gli USA sono usciti dalla comunità internazionale, così come la Russia e il Regno Unito, e si trovano ad affrontare pressioni insostenibili e gravi minacce alla propria sovranità nazionale. Pochi anni prima, su Marte, scoperte archeologiche sorprendenti hanno portato a concludere che una razza aliena ha soggiornato sul pianeta rosso e si sta compiendo ogni sforzo per scoprirne di più. Un quadro del genere è la base di partenza di un romanzo, il primo di una trilogia, scritto in un modo che sta tra il Tom Clancy dei tempi d’oro e i lavori a sfondo militare di Heinlein. C’è avventura, personaggi tagliati con l’accetta, ampio spazio per l’infodump tecnico e abbastanza dettagli da far felice il più esigente dei bullonari (no, non sono io). Aggiungeteci anche un quintale di orgoglio americano, espresso al punto da sembrare parodistico, azione a go-go e un feeling che richiama la fantascienza degli anni ’50 e ’60 e ottenete questo ‘Semper Mars’. Decisamente non adatto a tutti i palati, men che mai se scappate al minimo cenno di spiegazioni. Adatto per chiunque abbia nostalgia dei tempi in cui il concetto di campagna militare valeva  la lettura di un libro.

Riferimenti sulla Rete:

Sito dell’autore: http://whkeith.com/

Wikipage: http://en.wikipedia.org/wiki/William_H._Keith,_Jr.

Wiki del libro: http://en.wikipedia.org/wiki/Semper_Mars

Amazon: http://www.amazon.com/Semper-Mars-Book-Heritage-Trilogy/dp/0380788284

4 thoughts on “Ian Douglas – Semper Mars

  1. Caspita, pare interessante. Al momento in lista di lettura ho già la Trilogia di Marte di Kim Stanley Robinson. Le liste di lettura sono diaboliche, più leggi e più crescono; penso che siamo destinati a non arrivarci mai in fondo.

    Ah, bella la definizione di “bullonaro”🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s