Davide Mana – Il crocevia del mondo

Davide Mana

Il crocevia del mondo

Autoproduzione, Epub, 1.354 kb

In vendita a 0.99 euro qui.

Informazioni sul testo qui.

 

Di solito apro le recensioni con la quarta di copertina o il blurb di Amazon, giusto per presentare il volume in modo neutro rispetto al mio parere. In questo caso però, dal momento che si tratta di autoproduzione, spendo qualche parola direttamente.

Si tratta di un saggio, pensato per riepilogare una serie di articoli a firma dell’autore apparsi su uno dei suoi blog e mettere a disposizione dei lettori un quadro introduttivo delle storie e dei personaggi salienti del periodo tra le due guerre mondiali sulla mitica Via della Seta.

Recensione flash.

Un saggio scritto con la verve di un romanzo di avventura, una galleria di personaggi e di imprese che fanno sembrare i protagonisti dei film americani una massa di pupazzetti informi. Ottima bibliografia, peccato per una certa fretta nella confezione del testo (editor, chi era costui?).

Voto:  07,50 / 10,00.

Recensione estesa.

Abbiamo perso il concetto di avventura, la spinta ad esplorare le zone grige delle mappe per scoprire cosa si potesse nascondere nelle ultime zone inesplorate del nostro mondo. Davide Mana ci riporta a un’epoca molto vicina, quegli anni tra le due guerre mondiali che hanno visto l’ultima grande generazione di esploratori e avventurieri.  A dorso di cammello, di cavallo o di mulo, a bordo di automobili spartane o di treni blindati, fingendosi di volta in volta monaci, diplomatici o giornalisti una serie di personaggi incredibili ha frequentato quell’enorme zona di mondo  che va dalla Siberia alla Mongolia, dall’Afghanistan al Tibet.

Si tratta di un’umanità a dir poco sregolata. Nei termini moderni, spesso del tutto criminale. I musei di tutto l’Occidente sono pieni di tesori procurati da questi sciagurati e non di rado erano i loro primi finanziatori. Niente di nuovo ovviamente ma ripensare ora alle loro attività fa sorridere. Immaginate il pubblico degli anni ’30 affollare le conferenze, leggere i giornali o i libri scritti da questi borderline che mischiavano senza troppi problemi realtà e fantasia infilando nelle loro cronache creature o luoghi dal sapore mitologico. Cialtroni? La definizione può essere applicata per molti di loro, altri li si potrebbe definire visionari o semplicemente pazzi. Erano comunque ‘larger than life’, spesso così eccessivi da risultare caricaturali secondo gli standard attuali.

Questo saggio ha due difetti. Il primo è che risulta essere troppo breve, una settantina di pagine che lasciano con la fame di saperne di più. Il che raggiunge in pieno l’obbiettivo di spingere il lettore a informarsi per proprio conto (ottima la bibliografia in appendice). Il secondo difetto è la fase di editing che risulta essere carente. Troppi ‘typos’, qualche inversione di caratteri, ‘d’ eufoniche e altre piccolezze. Niente di decisivo ma nella lettura disturbano.

4 thoughts on “Davide Mana – Il crocevia del mondo

  1. Che dire… grazie.
    Mi pare di capire che il volumetto sia stato apprezzato, e questo mi fa molto piacere.
    Sui difetti, lavorerò sui prossimi testi per eliminarli (su questa uscita, una serie di intoppi bizantini ha certamente danneggiato il risultato finale – mea culpa, posso solo avanzare l’inesperienza come patetica scusa).

    Grazie ancora per la recensione!

  2. Ti terrò presente ben volentieri, grazie.

    Al momento c’è un volume pronto ed un terzo – che è un diretto sequel di Crocevia – in preparazione.
    In realtà, di titoli ipotetici ce ne sarebbe una vagonata – il problema (come sempre) è trovare il tempo per scrivere.
    Ma credo che ci sia materiale per una mezza dozzina di volumetti futuri, se la salute mi accompagna😉

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s