Ci vuole del coraggio

Ci vuole del coraggio. A manciate. Prendere un pezzo di storia risorgimentale, di solito presentato con un carico di retorica micidiale, per basarci un lavoro di sapore fantastico già non è banale. Filtrarlo in versione moderna come linguaggio e ritmo rasenta l’eresia. Inserire elementi steampunk porta dritti al plotone d’esecuzione, ovviamente con armi ad avancarica per l’occasione.

Per Enzo Milano tutto questo non è un problema. Anzi, è carburante per l’immaginazione, benzina per un trip a puntate giocato sui ritmi di un action moderno. Mostri sacri? Non pervenuti. Sacra storia patria? Niente che si debba lasciare sul piedistallo a prendere polvere. Le cinque giornate di Milano del 1848, quelle che trovate sui libri di storia, sono state un momento straordinario per l’Italia. La versione che leggerete a puntate è un omaggio fatto con un cuore grande come quello dei Martinitt di allora.

Mettetevi comodi, spegnete il telefono e staccatevi dalla Rete. State per salire su un ottovolante di prima classe e non sono ammesse distrazioni. Seguite i link nel blogroll e fatevi la corsa fino in fondo.

(In un certo senso ci sono anche io. Come light editor. Ho cercato di oppormi all’avanzare sferragliante e spietato delle storie di Enzo e ne sono stato travolto. Così imparo, mai mettersi davanti a un tank. Non quando si è privi di uno straccio di panzerfaust, devo ricordarmi di prenderne uno quando esco di casa alla mattina come fanno gli inglesi della City con l’ombrello.)

3 thoughts on “Ci vuole del coraggio

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s