Download ripristinato

All right, ho finito di migrare i miei archivi da Lulu.com verso Ubuntu One, sperando di sistemare il problema dei download del materiale gratuito almeno per qualche mese. Di conseguenza ho modificato i link nella pagina apposita, approfittando dell’occasione per togliere di torno materiale che secondo me ha esaurito il suo ciclo vitale.

Se, sottolineo se, riusciròa produrre altro materiale quest’anno almeno un tentativo su Smashwords lo farò, così come sto esplorando con la dovuta attenzione i servizi di Amazon. Oziosamente parlando, il primo che se ne viene fuori con un word processor ottimizzato per generare in output tutti i formati in uso nel mondo digitale rischia di ammazzare il mercato. Non sarebbe una cattiva idea, plug-in che con pochi comandi generano da un file .odt o .docx i vari PDF, epub, MOBI, ecc.

10 thoughts on “Download ripristinato

  1. Buono a sapersi, per i tuoi download!🙂 Se UbuntuOne non dà statistiche di download – soprattutto per gli epub – e sei interessato, guarda il mio post di ieri.😉

    Sul discorso del programma di scrittura da cui esportare, io sono a postissimo con OpenOffice. La funziona esporta in PDF esiste, e con la macro Writer2Epub si risolve facilmente anche la esportazione in file epub. Mancherebbe il mobi, ma onestamente a me non interessa più di tanto. Anzi.

    Ciao,
    Gianluca

    • Open Office lo uso anche io e fa le cose che dici, con un piccolo-piccolissimo problema. Gli epub che il plug-in confeziona NON passano i test richiesti da alcune piattaforme, il che li rende utili fino a un certo punto. Il formato MOBI è vincolante su Amazon e se vuoi avere a che fare con loro…

      • Infatti una ripulita con Sigil la si dà comunque, a un file ePub, ma questo a prescindere dal fatto di averlo prodotto con OO o con altro programma. Purtroppo, come credo Matteo Poropat sappia molto meglio di noi, non si prescinde da un buon pezzo di lavoro extra.😉
        E sul discorso mobi ovviamente era un mio personale parere, capisco la necessità di averci a che fare nel caso di diffusione sugli store Amazon.🙂

      • Esatto, il passaggio successivo (con annesso lavoro extra) è vitale se si vuole ottenere qualcosa di guardabile. Matteo è in grado di fare cose mirabili, non a caso le cose migliori che ho visto finora le ha tutte curate lui (mi riferisco anche a prodotti editoriali, non solo alle autoproduzioni).
        Alla fine tocca comunque aggiornarsi, sempre sperando che qualche ottimo programmatore si inventi un buon metodo open source per creare una buona base anche per il MOBI.

      • Credo inoltre che il discorso validazione/resa finale del file epub dipenda molto da come si scrive il file odt di partenza. Io prendo tutti gli accorgimenti adatti (es. Intestazioni nei titoli, salto di pagina, etc) e il file epub che ne esce fuori è già validato di per sé, le pulizie che faccio con Sigil sono proprio esigue. Insomma, con qualche piccolo accorgimento si può ottenere un risultato discreto senza far troppi salti tra vari software.

        Se si vuole un risultato professional, beh, basta farsi fare un preventivo da Matteo.😀

    • Per “coso online” intendo dire un web-editor di testo. In pratica puoi scrivere direttamente la storia su quello spazio, proprio come fosse Google Docs… L’interfaccia permette di suddividere sin dall’inizio i capitoli, l’aggiunta di immagini e link… sembra davvero carino. Ma non ho il tempo per mettermi lì a studiarlo con attenzione!😦

      • Il tempo è il peggior problema per tutto quello che non è strettamente legato alla sopravvivenza, aveva ragione Cyberluke poco tempo fa su indicarlo come una necessità primaria. Se riesco a provarlo ti mando una email con la “recensione”.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s